Lettera ai soci 2018

Scarica in formato PDF

Milano, 12 gennaio 2018

Caro Socio, nel 2017 la nostra Associazione ha proseguito l’attività rivolta a documentare la storia del motorismo, come è nel nostro Statuto e nell’intenzione dei soci, per quanto possibile ricorrendo anche alle testimonianze di chi è stato partecipe degli eventi narrati.

Abbiamo realizzato quattro incontri AISA:

• 31 marzo, al Museo Nazionale dell’Automobile di Torino, Conferenza dedicata a “Giovanni Savonuzzi”, con relatori Giosuè Boetto Cohen (intervista alla signora Alberta Savonuzzi), Alessandro Silva e Alessandro Sannia;

• 28 aprile, al Dipartimento di Ingegneria dell’Università di Ferrara, Convegno sulla “Evoluzione dei materiali metallici nella storia dell’automobile”, organizzato insieme alla locale Università e all’Associazione Italiana di Metallurgia (AIM). Relatori il nostro socio professor Gian Luca Garagnani, della Università di Ferrara, il professor Franco Bonollo, dell’Università di PadovaVicenza, l’ingegner Fabio D’Aiuto, del Centro Ricerche Fiat e altri tecnici e operatori del settore. Il Convegno era in ricordo dell’ingegner Giorgio Valentini, nostro compianto socio, che è stato vice-presidente del Centro di Studio AIM;

• 17 giugno, a Sirmione, nel Palazzo Callas Exhibitions, Conferenza “Cento anni delle Officine Meccaniche [OM] di Brescia”, con relazioni dei nostri soci Fabrizio Rossi e Alessandro Silva. Nell’occasione è stato presentato al pubblico il volume “Ferdinando Minoia: “drive as an art””, di Alessandro Silva e Ferdinando Minoia Jr.;

• 18 novembre, al Museo Nazionale dell’Automobile di Torino, Tavola Rotonda per i “Sessant’anni della Fiat Nuova 500”; relatori Lorenzo Boscarelli. Renato Donati, Roberto Giolito, Lorenzo Morello, Alessandro Silva, Alessandro Sannia. Il 1° aprile, in occasione della nostra Assemblea annuale, è stato rinnovato il Consiglio Direttivo di AISA. Sono stati eletti Paolo Bellinazzi, Donatella Biffignandi, Michele Casiraghi, Riccardo Daglia, Marco Makaus, Mauro Negri, Angelo Piva, Alessandro Silva. Sono stati confermati alla presidenza e alla vice-presidenza rispettivamente il sottoscritto (che come presidente uscente è componente di diritto del Consiglio Direttivo) e Riccardo Daglia; segretario è stato nominato Michele Casiraghi. In margine all’Assemblea Aldo Zana ci ha descritto la Collezione Bertone, acquistata qualche tempo fa dall’ASI.

Sono state spedite ai soci quattro Monografie: “Leonardo Fioravanti” “Il record assoluto di velocità per motocicli”, “Scuderia Milan” e “Giovanni Savonuzzi”. Stiamo lavorando alla Monografia dedicata ai “Sessant’anni della Fiat Nuova 500”, che speriamo di spedire ai soci nel mese di febbraio.

Nel 2017 è stata aperta una pagina Facebook AISA, che ha attirato un buon numero di visite e che tutti i soci sono invitati a consultare. Alessandro Sannia ha assunto l’incarico di webmaster del sito Internet di AISA. Il sito, rinnovato nel 2015, nelle prossime settimane verrà ridisegnato, per renderne più facile la consultazione e per arricchirlo di nuove sezioni: una dedicata a scritti dei soci e l’altra che presenterà i libri di cui sono autori i soci. Tramite il sito abbiamo acquisito nel 2017 undici nuovi soci effettivi e due corrispondenti (che ricevono solo il libro “Piloti dell’altro mondo”, ma non le altre nostre pubblicazioni).

In marzo spediremo ai soci il nuovo libro AISA, come il precedente curato da Aldo Zana, dal titolo “Come non ci fosse un domani”, che riprende – notevolmente ampliate e corredate di moltissime illustrazioni – tre conferenze del passato: “Alberto Ascari”, “I fratelli Maserati e la OSCA”, “Come correvamo negli anni Cinquanta”. Siamo certi che anche quest’opera sarà apprezzata da tutti gli appassionati.

Stiamo delineando il nostro programma 2018. Ecco quanto abbiamo finora previsto (alcuni di questi temi sono definiti, altri da confermare):

• Conferenza dell’ingegner Sandro Colombo su “Il record assoluto di velocità automobilistico: 1898-1939”: sabato 20 gennaio, presso la sede del CMAE, Via Goldoni 1, Milano. A breve distanza di tempo avrà luogo la seconda conferenza sullo stesso tema, sempre a cura dell’ingegner Sandro Colombo, per il periodo dal 1947 a oggi;

• Conferenza “Riccardo Moncalvo fotografo dell’automobile”. Potrebbe avere luogo nella seconda metà di febbraio, al Museo Nazionale della Montagna, a Torino, dove è in corso una mostra dedicata a Moncalvo, dal titolo “Segni di neve”. Questa circostanza ci ha indotto a rivolgerci al Museo della Montagna. Avremo una relazione di Alessandro Sannia; sono previsti interventi del professor Enrico Moncalvo, figlio di Riccardo, nonché dei nostri soci ingegner Leonardo Fioravanti e ingegner Lorenzo Ramaciotti;

• Assemblea annuale AISA, ai primi di marzo. Durante l’assemblea terremo una conferenza, il cui contenuto sarà definito tra breve;

• Conferenza di Daniele Audetto, “Una vita nel mondo delle corse” (titolo da confermare), il 24 marzo, nella Rocca di Vignola (Modena);

• Incontro in collaborazione con il CPAE, ai primi di maggio, nell’ambito della manifestazione “Cultura e Motori” nella sede di Piacenza del Politecnico di Milano. Il tema di quest’anno è “Le automobili da corsa francesi”, i contenuti sono da precisare. Abbiamo chiesto all’ingegner Enrique Scalabroni (ex-Ferrari) la disponibilità per una conferenza sulla sua esperienza di progettista di automobili da competizione dagli anni Ottanta a oggi, avendone una risposta positiva. I contenuti della conferenza, che si terrà in tarda primavera o dopo l’estate, saranno definiti nel prossimo futuro. Altri temi ipotizzati per incontri nel 2018 sono l’Alfetta 158 (a ottant’anni dalla presentazione), Giovanni Michelotti, Horacio Pagani e Jim Clark.

È un programma che arricchiremo con altre iniziative e che mi auguro susciti il suo interesse. L’AISA prosegue nel proprio impegno di documentazione della storia del motorismo, alla quale tutti i soci possono contribuire con proposte, che saremo ben lieti da ricevere anche da Lei.

Il 2018 è iniziato e posso quindi chiederle, qualora non l’abbia già effettuato, il rinnovo dell’adesione all’AISA, versando la quota annuale di euro 80 (socio ordinario) o da euro 100 in su (socio sostenitore); per i soci collettivi la quota annuale è di 150 euro. Il versamento può avvenire in due modi:

– con assegno intestato ad AISA e inviato per posta all’indirizzo: AISA, c/o Lorenzo Boscarelli, Corso Porta Vigentina 32, 20122 Milano;

– con bonifico sul c/c n. 1735, intestato ad AISA, presso la Banca Popolare di Sondrio, sede di Milano, Via Santa Maria Fulcorina 1, 20123 Milano, IBAN IT09 P056 9601 6000 0000 1735 X22.

Le risorse dell’AISA derivano solo dal contributo dei Soci, che, fino a oggi, non ci è mai mancato. Mi auguro di continuare a condividere con Lei la nostra passione.

Un saluto molto cordiale e i migliori auguri per il 2018, anche da parte del Consiglio Direttivo

Lorenzo Boscarelli